“Bene Comune” comunicato stampa

 

Gestione dei rifiuti urbani:

aumenti TARI ingiustificati e degrado urbano oramai inaccettabile.

Simbolo_Bene-ComuneIn questi ultimi giorni i cittadini di Bellaria Igea Marina stanno ricevendo via posta le cartelle della TARI (ex Tares), la tariffa che copre i costi di gestione del sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, per le utenze domestiche e non domestiche.

Come molti nostri concittadini avranno potuto constatare, la tariffa in questione, nonostante i soliti proclami propagandistici dell’Amministrazione comunale, non è affatto diminuita bensì, in molti casi, soprattutto per le utenze non domestiche, è aumentata, anche in modo sensibile.

Lo scorso anno il costo complessivo del servizio era pari a 5.345.000,00 euro. Quest’anno il costo è passato a 5.718.636,73 euro, con un incremento di 373.636,73 euro. I coefficienti applicati sulla parte variabile della tariffa non sono stati modificati. Nei fatti, quindi, non è vero che la tariffa sia rimasta invariata, addirittura diminuita, come ha affermato l’Amministrazione. Al contrario, la realtà è che Ceccarelli e soci sono stati assolutamente incapaci di contrastare un modello di gestione, caro ed inefficiente, che certamente non è più accettabile.

Come si giustifica tale aumento? Perché non è stato possibile abbassare la tariffa? Perché non si è operato per diminuire tale balzello, nonostante una gestione del servizio sempre più negativa e con situazioni deprecabili? Come si può accettare il degrado che si riscontra a più riprese in vari quartieri della nostra città, anche a causa di rifiuti ammassati ai lati di cassonetti malandati, stracolmi e maleodoranti, persino in piena zona turistica? Quali politiche e quali accorgimenti sono stati posti in essere dal nostro Comune al fine di contrastare abbandono di rifiuti e conferimenti scorretti?

A Bene Comune-Sinistra Unita le patetiche scuse espresse in Consiglio Comunale del Sindaco Ceccarelli e dell’Assessore Giovanardi, che hanno di fatto rigettato le colpe dell’aumento dei costi interamente su HERA, non bastano. La maggioranza di centrodestra in questi ultimi anni nulla ha fatto e nulla ha detto, al contrario di quando era opposizione, per cercare di migliorare il servizio di gestione dei rifiuti urbani.

Le proteste di molti cittadini e di molti turisti ed il degrado delle aree di raccolta dove si concentrano le batterie dei cassonetti dei rifiuti sono la dimostrazione tangibile dell’ennesima prova di inerzia e di incapacità da parte di coloro che ci governano.

Bene Comune – Sinistra unita ha proposto sin dallo scorso anno la raccolta differenziata porta a porta integrale con tariffa puntuale (vale a dire che il cittadino paga solo per il rifiuto indifferenziato che produce), con eliminazione totale dei cassonetti stradali.

Ceccarelli ha scritto sul suo programma amministrativo: “Superamento dell’attuale servizio con e-gate (c.d. chiavetta) non efficace”. Manterrà la promessa o si tratta della solita “sparata”?

Redazione