Il pericolo della pigrizia mentale. Di Giovanni Gradara

 

einaudiI contesti storici mutano in un continuo divenire, «come l’acqua in un fiume» (Eraclito)

Oggi, fortunatamente, da circa 70 anni nel nostro continente il fuoco delle armi si è spento, grazie ai Padri dell’Europa (Spinelli, Monnet, Spaak, Schuman, Adenauer, De Gasperi…..).

Ma non dobbiamo illuderci, non si deve desistere, cullarsi nella pigrizia mentale!

Senza una diffusa e concreta Educazione Civica (nelle scuole, famiglie, istituzioni laiche e religiose, ambienti di lavoro pubblici e privati…..) si alimenta l’astio, l’inimicizia, il cieco egocentrismo, l’ostilità interpersonale e sociale.

Le Fondamenta dell’Edificio geopolitico Europeo si potrebbero indebolire, non reggere il peso già gravoso, per poi sgretolarsi.

Auguriamoci che ciò non accada e, come diceva Luigi Einaudi «La Pace va ricercata e promossa inanzitutto in ognuno di noi!»

Giovanni Gradara

Il Direttore Giuseppe Bartolucci