Sussurri & grida

 

urlo-pcVengo fermato spesso e invitato a scrivere su determinati argomenti, raccolgo voci di protesta e segnalazioni su determinate situazioni. BelligeaNews, forse, è diventato quella che si potrebbe definire “la voce del dissenso”.

Ma non posso continuare a riportare i “si dice” o i “si mormora”, così continuando ne potrebbe risentire la credibilità del giornale, perché è fin troppo facile per qualcuno, far passare queste voci raccolte come emanazione stessa della redazione, che con i “si dice”, potrebbe venire ritenuta responsabile di insinuazioni fatte passare per voci dalla città.

Comunico, pertanto, che fin da ora, non si pubblicherà più nulla che non sia direttamente inviato alla redazione a nome dell’interessato.

Etica vuole, che chi non acconsente sia riportata la sua firma, debba essere esaudito, anche se non lo ritengo corretto, ma conscio dell’aria che si respira, posso comprendere che qualcuna possa chiedere di conservare l’anonimato.

In questo clima, in cui pare sia ormai pericoloso anche farsi vedere in mia compagnia, posso capire che, chi ha determinati interessi di lavoro, possa chiedere di non esporsi per non dover poi subire pesanti ritorsioni.

Ho personalmente raccolto molte confidenze di cittadini di sicura tendenza al centrodestra, Berlusconiani convinti, qualcuno anche di idee dichiaratamente di destra estrema, fare critiche feroci verso l’Amministrazione e affermare: “Questa volta non li ho votati”.

In zona porto, diversi hanno detto che, quando in  un incontro preelettorale  era stato magnificato il “lavoro” fatto in questa zona, si sono guardati in faccia e hanno sussurrato: “Cosa?!!!”

Quindi, cari concittadini, se volete esprimere le vostre idee, il vostro scontento, se avete rimostranze, se siete a conoscenza di fatti e situazioni, scrivetemelo, se non avete un computer o chi lo faccia per voi, potete anche consegnarmi un foglio scritto di vostra mano, se non siete particolarmente ferrati con la grammatica e la sintassi non importa, poi ci pensiamo noi a sistemare il tutto senza minimamente deviare da quanto intendete dire, ma non chiedetemi di riportare i “si dice”.

Non mi piace che si arrivi alla conclusione che BelligeaNews sia l’unica voce critica in una città soddisfatta di come viene governata.

Non mi piace venga fatta passare questa atmosfera “idilliàca e paradisiàca” (per dirla alla Faletti) che, si  vuol far credere, permei beatamente tutto il nostro territorio.

Quindi che le voci divengano corpi, non è con i sussurri che si scuotono i rami degli alberi. Incominciate a gridare.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci