E’ giunta la Giunta

 

tu cheAll’ultimo momento, non potendo più rimandare, il Kaiser ha dovuto comporre la Giunta, dicendosi soddisfatto e nel segno della continuità.

Ma molti dubbi sorgono, Enzo Ceccarelli mantiene la delega al turismo, primo problema, sua moglie è una albergatrice, e l’Amministrazione finanzia, con oltre un milione di euro, Verdeblu, che è il braccio armato degli albergatori, c’è un evidentissimo problema di conflitto d’interessi, la legge parla chiaro. Poi, sempre Ceccarelli, si prende la delega ai lavori pubblici, in pratica un assessorato che decide come, dove e quando, fare lavori pubblici, ma anche esaudire interessi particolari a seconda delle necessità, o anche tralasciare zone del paese non direttamente interessate dall’economia turistica. Infine, Ceccarelli si prende il bilancio, ma con quali competenze? Ed è perfettamente inutile che, il kaiser, ripeta sempre che lui lavora 20 ore al giorno e aggiunga che adesso ne lavorerà 21, stiamo sempre a recitare la parte della vittima? Abbiamo apprezzamento per l’impegno di Ceccarelli, ma non per il continuo sbandieramento di queste benedette 20 ore.

Cosa c’entri Maggioli alla scuola (assessorato delicatissimo), è praticamente impossibile comprenderlo… ma comunque, sembra che riesca a conservare l’ambito posto di Vice Sindaco.

La novità è solo Marzia Domeniconi (che pare abbia la giusta preparazione), gli altri sono personaggi già visti che si sono soltanto interscambiati le deleghe, Giovanardi a parte. Ora mi suona assai strano, che un Assessore “preparato” in certe materie, possa d’emblée diventare improvvisamente esperto in altre materie……

Ufficialmente il Kaiser sprizza felicità da ogni poro della sua pelle, ma, da confidenze di alcune persone del suo entourage, pare sia invece molto insoddisfatto e amareggiato della composizione della Giunta.

Capiamo che, forse, il Kaiser desiderasse una Giunta diversa, ma troviamo molto strano che, ufficialmente, dispensi sorrisi e, in privato, sia molto deluso, se queste confidenze fossero vere, ci troveremmo davanti ad una ipocrisia, ma se il kaiser è insoddisfatto, immaginate un po’ quanto possano esserlo i cittadini.

Se fossero troppi i compromessi cui è dovuto scendere, il Kaiser potrebbe benissimo dare le dimissioni e denunciare pubblicamente il tutto, rimettendo in mano ai cittadini il mandato, dimostrando cosi una correttezza politica, in questo caso, davvero superiore, oltre ad una notevole onestà intellettuale e, al tempo stesso, di pensare al bene della città e non di aspirare soltanto alla sedia di Sindaco.

La stima va espressa al probabile Presidente del Consiglio Comunale, Filippo Giorgetti, il quale, per cultura e sensibilità politica è, senza alcun dubbio, il miglior candidato alla Presidenza.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci