E son subito spariti

 

10466761_10202870108732907_1383664485_nFinita la campagna elettorale, ottenuto il voto, vinte le elezioni, Vassalli, Valvassori, Valvassini e portatori d’acqua, sono spariti! Una vera e propria fuga di massa, prima onnipresenti, disponibili (a parole), ora in fuga, è proprio vero, passata la festa gabbato lo santo.

Prima  te li ritrovavi in casa ad ogni piè sospinto, lunghe telefonate con gli inviti a partecipare, non potevi camminare per l’isola, che puntualmente qualcuno ti fermava invitandoti a votare per loro, una marea d’incontri, dove spiegavano cosa avevano fatto per noi… (cosa lo devo ancora capire) a quanti errori avevano rimediato in soli cinque anni, ma l’accenno ad un programma non è stato possibile ascoltarlo.

Intanto abbondavano, feste, champagne e cotillon, l’Emilio Fede locale, si è sperticato in elogi e rappresentazioni dell’Amministrazione che hanno del surreale, arrivando addirittura ad affermare: “l’Italia deve imparare da Bellaria Igea Marina, e dobbiamo esserne orgogliosi!” un parere, questo, che sembra quasi dettato da  delirio di onnipotenza!

C’è stato anche chi il lunedì mattina sussurrava: “speriamo che cada questa dittatura d’incapaci”, ma nel pomeriggio verso le 16.00 urlava: “viva Ceccarelli!” insieme al solito coro di servi della gleba. E via con i festeggiamenti, a proposito: adesso si sente affermare da più parti, che sarebbe stato il Kaiser stesso a pagare la festa in suo onore…  se fosse vero, la cosa lascerebbe comunque perplessi, altro delirio di onnipotenza? Desiderio di auto esaltazione? O cos’altro?

Sono state elargite tante promesse dai vari Vassalli, ma ora, quegli stessi Vassalli, si negano anche al telefono… la scusa? Adesso abbiamo da fare, se ne riparlerà,  forse, dopo l’estate. Intanto la città è senza governo, i famosi “lavori da campagna elettorale”, hanno subito un rallentamento improvviso e nessuno di questi lavori è stato ancora portato a termine! Il kaiser parla di rallentamenti dovuti alla burocrazia, bene, così fosse se ne dedurrebbe che questi benedetti lavori avrebbero dovuto cominciare molto prima, se poi si volesse addurre come giustificazione la mancanza dei fondi necessari, allora starebbe a significare che esistevano problemi di bilancio.

Sempre più gente si lamenta dei comportamenti di quest’Amministrazione, definita arrogante, incapace, che pensa a difendere solo la lobby degli albergatori, cui non si può muovere la più piccola critica, e adesso, anche in totale disaccordo sulla composizione della Giunta che, infatti, non è ancora giunta! E la gente sorride anche davanti alle affermazioni di qualcuno dei soliti Vassalli, che afferma che nella maggioranza regna un’armonia perfetta, ma il bello di tutto questo è che, a ridere, sono i loro stessi elettori!!!

E appunto non si sa se ridere o piangere, una cosa è certa, la città va governata, non comandata col sentimento del potere finalizzato al potere; non hanno sbandierato l’amore per la città e che tutto il loro operato è per il suo bene? Se così è,  adesso è il momento di dimostrarlo, anche mettendo all’angolo i vari parassiti presenti all’interno  della loro compagine.

Ma ben altro serio problema si sta presentando, come faremo senza la suprema guida del Nuovo, che fino a ottobre sospenderà le pubblicazioni? Come potremo noi, poveri cittadini, sopravvivere? E anche il Comune, come potrà tirare avanti senza la continua spinta incensatrice dell’Emilio Fede locale?

Sarà oltremodo arduo, ma ci proveremo, il Comune dovrà fare altrettanto,  ci riuscirà?

Il Direttore Giuseppe Bartolucci