Gabriele Morelli ribatte a Ceccarelli

Comunicato stampa di Gabriele Morelli Candidato Sindaco per Bellaria Igea Marina

morelli 5 Ho letto le dichiarazioni del sindaco uscente Ceccarelli, riportate dalla stampa e debbo mio malgrado registrare una caduta nel livello del confronto, che, spero, sia dovuta all’emergere delle preoccupazioni rispetto al risultato finale non più così scontato, nonostante la dimostrazione di forza con la riproposizione delle sette liste di sostegno.

Insomma dopo gli interventi che alcuni suoi sostenitori da giorni, su vari social stanno facendo, recuperando slogan e frasi ormai trite e ritrite sul pericolo della sinistra e dei comunisti che mangiano i bambini, figli di un frasario ormai penoso ed espressione di un condannato per frode fiscale (con il suo braccio destro condannato a sette anni per collusione con la mafia, per non parlare degli altri anche dei più recenti di queste ore, che i cittadini avranno modo di giudicare da soli), ci mancava anche il sindaco uscente, che, invece di parlare dei risultati della sua amministrazione si scaglia ancora su quella precedente ed addirittura su me e su Fabbri per quanto riguarda le vicende dell’aeroporto.

Solo per una questione di chiarezza, poiché quando si associano persone a fatti si lascia trasparire una loro responsabilità, vorrei ricordare a Ceccarelli, che per quanto riguarda il mio operato, ma anche quello del Presidente della Provincia, nulla è stato fatto se non in maniera trasparente e all’interno di confronti formali sia politici che tecnici. Tanto che, la gestione delle scelte di Aeradria hanno coinvolto pienamente anche le forze di opposizione (cui fa riferimento con le sue liste), oltre che quelle economiche a partire dalle Associazioni degli Albergatori.

Vorrei ricordargli che io conclusi il mio mandato rassegnando le dimissioni nel febbraio del 2005 in disaccordo con le posizioni di Rifondazione Comunista e di quella parte del PD che le avvallò, sul contratto americano, mentre pieno era l’accordo con le forze imprenditoriali e quelle di opposizione (basta chiedere all’allora Segretario Provinciale di Forza Italia Marco Lombardi).

Ma anche per i fatti di oggi, credo che un Amministratore Pubblico, bene farebbe a non utilizzarli nella polemica elettorale, lasciando che la magistratura faccia il suo percorso, poiché al di là delle eventuali responsabilità per errori di gestione, nessuno, sono sicuro, ha operato per interessi personali. Ciò, caro Ceccarelli, anche perché nelle scelte c’era un pieno e diretto coinvolgimento degli operatori del turismo e delle loro rappresentanze. Quindi, a meno che non voglia dire che queste si sono dimostrate incapaci o peggio, sarebbe più opportuno non fare polemiche su questi problemi.

Ma mi si voglia permettere una chiosa finale, per dire che la Giunta uscente e la coalizione di Centro Destra, non avendo un consuntivo di cui andare orgogliosi, utilizza le polemichette assurde e vecchie, peraltro andandole a fare su questioni improprie e che si ritorcono contro loro stessi. Un consuntivo che, purtroppo per Bellaria Igea Marina, significa pochissime realizzazioni e quelle fatte per lo più fatte male! Perché il nuovo ponte pedonale è di qualche utilità, mentre impedirà un utilizzo della parte del porto canale sopra la ferrovia per lo stazionamento delle barche?! Perché la nuova pescheria, nata già inutile?! Perché il nuovo passaggio a livello tra via Pisino e Via Savio che costringe ad allungamenti defatiganti ai pedoni per l’attraversamento, oltre alla pericolosità dei sottopassi così realizzati?! Perché il nuovo Viale Pinzon è stato una soluzione per il lungomare di Igea Marina?! Perché la situazione degli operatori di spiaggia nella zona ex Ceschina di Igea Marina era inevitabile che finisse così?! Perché la manutenzione ordinaria della città non esiste e l’unica cosa realizzata sono un po’ di piste ciclabili che era una dote finanziaria ereditata dalla precedente Giunta?! Ah dimenticavo, delle cose sono state fatte: il Parcheggio di Via Costa, il Centro Congressi scambiato con aree da rendere edificabili in zona Acquabell (che hanno impedito di fare il sottopasso carrabile…), la tassa di soggiorno non applicata a fronte dell’IMU al massimo, la Borgata Vecchia riasfaltata senza un confronto o un disegno di prospettiva, la Colonia Roma da scambiare con l’edificazione dell’area di Piazza del Popolo? Tutto ciò senza un disegno per la città, senza sapere e poter discutere a cosa servono gli interventi messi in campo e dove porteranno ….

Vede, caro Sindaco, io finora mi ero limitato, come più volte annunciato, ad una campagna elettorale concentrata sui programmi, non volendo scendere nelle polemiche per rispetto ai cittadini che hanno il diritto di essere informati e non usati come spettatori di fazioni in lotta, ma purtroppo di fronte a tali affermazioni anche la pazienza dei più pazienti salta!

Cercherò, comunque, di non essere io il primo ad alimentare la polemica, tentando di proseguire il mio impegno sulle cose da fare come questa sera, quando presenterò le nostre proposte programmatiche per il rinnovamento della spiaggia e dell’asta fluviale assieme all’Assessore Regionale Paola Gazzolo, convinto sempre più che Bellaria Igea Marina abbia bisogno di cambiare marcia e velocemente.

 

Gabriele Morelli

Candidato Sindaco per la Lista “Morelli per Bellaria Igea Marina”

 

Redazione