La “Torre Saracena” consegnata al Comune

Immagine 001Si è svolta oggi la cerimonia per la firma dell’accordo di valorizzazione della “Torre Saracena” a Bellaria Igea Marina (RN), ai sensi dell’art. 5 comma 5 del decreto legislativo n. 85/2010 sul federalismo demaniale riguardante i beni di interesse storico-artistico. L’accordo prevede che, entro 120 giorni dalla sottoscrizione dell’atto, il bene venga trasferito a titolo gratuito dallo Stato al Comune.

Alla cerimonia hanno partecipato: il Direttore della Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio Riccardo Uzzo, il Direttore della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna Carla Di Francesco e il Sindaco Enzo Ceccarelli.

Con questa intesa si completa il percorso di valorizzazione della Torre, avviato da tempo dal Comune, grazie al consolidamento e al rafforzamento delle attività e delle funzioni culturali e museali già esistenti. Oggi, infatti, l’edificio è destinato a sede del Museo delle Conchiglie ed ospita mostre temporanee d’arte di pittura, fotografia e scultura, oltre che spettacoli di intrattenimento culturale e laboratori didattici. Nel corso degli anni, il Comune ha operato importanti interventi di tutela, valorizzazione culturale e ambientale del bene, a partire dal giardino esterno della Torre che è stato completamente risistemato, fino alla riqualificazione degli interni. Inoltre, sono stati ampliati i servizi per il Museo delle Conchiglie mediante l’attivazione di visite guidate gratuite in varie lingue, che hanno portato ad una crescita esponenziale del numero di visitatori, caratterizzando la Torre come indiscusso punto di interesse turistico per la città. La Torre Saracena, peraltro, si inserisce nell’ambito del progetto di realizzazione del Museo Diffuso della civiltà costiera, iniziativa che prevede la valorizzazione di un circuito attrattivo con il mare, e le tradizioni marinare, al centro dell’interesse culturale e turistico cittadino.

La firma di oggi è frutto di un lavoro di collaborazione tra tutti i soggetti istituzionali coinvolti e rappresenta un passo importante per la valorizzazione e il recupero di un bene di grande pregio storico-artistico: la Torre Saracena rappresenta, infatti, il simbolo dell’identità della città ed è anche l’edificio più antico presente sul territorio.

Queste le parole del Sindaco pronunciate per l’occasione «Un ringraziamento nei confronti della Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio e alla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna, presenti oggi con i rispettivi Direttori, Riccardo Uzzo e Carla Di Francesco. Questa bella giornata per la cultura e per la tradizione di Bellaria Igea Marina è stata possibile grazie al lavoro intenso svolto in questi anni, a più livelli, dagli uffici comunali, e grazie alla disponibilità degli organi sovracomunali. L’acquisizione della Torre Saracena rappresenta un incentivo ulteriore per continuare l’opera di valorizzazione convintamente intrapresa in questi anni dall’Amministrazione Comunale, consolidandone tanto il ruolo simbolico e di testimonianza, quanto la funzione di contenitore per l’apprezzato Museo delle conchiglie e per altri appuntamenti dedicati alla cultura e la creatività

 

 

Redazione