Dai capannoni di Bordonchio al fantascentifico mercato ittico

barcaAnni fa, (6 o 7),  i pescatori di lumachime, si organizzarono, e presero in affitto un capannone nella zona artigianale di Igea Marina. A loro spese, fecero l’adeguamento all’interno della struttura, con apposite vernici certificate per gli alimenti, e ci fu anche la visita dell’asl, per autorizzare la lavorazione di prodotti destinati all’alimentazione.

L’affitto era di 1000 € al mese! …..Leggermente di più dei 1550 € all’anno richiesti per una struttura completa di ogni attrezzatura, appena costruita, con parcheggi dedicati, qual’è il nuovo mercato ittico!

Viene da dare un suggerimento: idraulici, elettricisti, vetrai, artigiani in genere, lasciate subito i vostri capannoni e chiedete all’amministrazione di costruirvene di nuovi e completamente attrezzati, e fateveli dare in concessione a 1550 € all’anno! Oppure datevi all’ittica, dove gli aiuti non mancano!

Quello che purtroppo i pescatori non hanno capito, è che il nuovo mercato ittico, per i politici è solo un operazione politica, che cerca consenso, con il facile clientelismo a spese della collettività, e per poter affermare di aver costruito un opera di pubblico interesse, senza nessuna considerazione strategica sul futuro del comparto pesca.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci