Moris Calbucci e i problemi della spiaggia

moka 1Il Consigliere Comunale

        Moris Calbucci

“Città ViVa” Lista Moka

Per Bellaria Igea Marina

Al signor Sindaco

                                                                              Al Presidente del Consiglio

                                                                              All’Assessore competente

                                                                              del Comune di Bellaria I. M.  

 

Interpellanza

Oggetto :

Problematiche dell’arenile : erosione e Ceschina quali provvedimenti a due mesi dall’apertura stagionale ?

Premesso che : All’inizio della stagione estiva non manca molto e due ampi tratti di spiaggia, uno a Bellaria Cagnona, l’altro a Igea, sono in situazioni problematiche e dall’amministrazione non stanno arrivando risposte, ne certe ne confortanti.

Un largo tratto della spiaggia di Bellaria Cagnona antistante ai bagni 1,2,5,6,7, è stato fortemente eroso nell’ultimo periodo.

A queste zone corrisponde la prossimità con il progetto di apertura delle scogliere, realizzato solo in parte da quest’amministrazione  che invece di aprire sei scogliere come previsto dal progetto originario del progettista Faina, forse per timore  di sbagliare, ne ha aperte solo tre, vanificando di fatto la possibilità di vedere se il progetto funziona o meno.

Che a Igea Marina dopo la sentenza Ceschina sono state abbattute tutte le cabine.

Che il problema oltre agli operatori balneari coinvolge  anche quegli  albergatori che  in quelle zone  propongono la vacanza spiaggia inclusa e che a Bellaria e ancora più a Igea Marina con la questione Ceschina, non sanno ancora quello che succederà.

Che  il  tratto di costa di Bellaria Igea marina oltre ad avere un elevato valore paesaggistico ambientale,svolge le funzioni fondamentali di difesa dei territori a bassa giacitura retrostanti:

Che spiaggia e mare sono il principale punto di riferimento dell’attività turistico balneare:

che tutte le attività economiche del nostro comune traggono reddito dal turismo:

che l’erosione a Bellaria Igea marina è un fenomeno che sta diventando sempre più incontenibile;

che anche piccole mareggiate ormai mangiano porzioni della nostra costa che pian piano sta scomparendo,

che la ristrettezza e la precarietà delle spiagge di Bellaria Igea Marina non permette agli operatori balneari (bagnini, chioschisti,  mosconai) ai quali non manca certamente la fantasia, di fare una progettazione di investimenti tale da rendere l’offerta turistica più appetibile;

che tutti sappiamo quanto sia importante per l’economia di Bellaria Igea Marina lo stato di salute del nostro mare e quanto sia prezioso ed indispensabile per il nostro tratto di costa anche il più piccolo granello di sabbia.

vista l’enorme importanza economica del turismo e la sua stretta dipendenza dalla spiaggia:

                                                          Interpella

Il Signor Sindaco

L’assessore competente                                 

                                                          Per sapere

Si potrebbero per il momento ripristinare le scogliere in zona Cagnona com’erano prima dell’intervento ed a ottobre, con la stagione invernale davanti, completare nella sua totalità il progetto originario di apertura delle scogliere, con un limite di tempo per verificarne gli esiti?

Con dei risultati positivi si continuerebbe col progetto, in caso contrario si avrebbe il tempo di ripristinare l’esistente.

Che risultati sta dando la mediazione dell’amministrazione tra chioschisti e bagnini per risolvere la situazione venutasi a creare a Igea Marina dopo la sentenza ceschina.

Moris Calbucci

Il contenuto di questo comunicato stampa, pubblicato da “Moris Calbucci” – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di BelligeaNews, che rimane autonoma e indipendente.

Redazione