“Città ViVa” e “La Mora”

Città ViVa Lista Moka per Bellaria Igea Marina

mokaCi uniamo alla stampa nel sottolineare il buon successo della Fiera di S.Apollonia nel doppio  week-end protrattosi  fino a S. Valentino; noi eravamo presenti con il punto d’incontro della nostra civica Città Viva lista Moka per salutare i cittadini e per raccogliere più di un centinaio di firme a sostegno della nostra iniziativa di abbassare l’IMU per tutti con l’applicazione di una piccola tassa di soggiorno.

Tutto bene quindi e un plauso generale, al quale ci uniamo,  all’amministrazione, per la riuscita della fiera.

Solo a mezza voce  alcuni ristoratori ci confidano  le loro perplessità  e noi non possiamo fare altro che registrale e renderle pubbliche, in qualità di avvocati del diavolo e di unica forza politica che da spazio ad opinioni diverse da quelle istituzionalmente accreditate.

Visto il successo della Mora Romagnola al Palazzo dei Congressi ma viste anche le cifre, ben oltre 1000 coperti, alcuni che di mestiere si occupano  di ristorazione tutto l’anno, si chiedono quanto sia “ Osteria”  e quanto business della ristorazione.

Ricordano in proposito che Bell’Atavola, all’inizio  era indirizzata, in collaborazione con le categorie alberghiere con le quali realizzava una manifestazione che portava turisti negli alberghi, alla promozione dell’enogastronomia  locale e della tradizione culinaria cose queste sicuramente mantenute in questa occasione  ma con modalità e soprattutto finalità forse diverse.

Si rammaricano insomma  di  dovere sostenere, negli unici due week-end invernali durante i quali c’è la possibilità di lavorare, l’estemporanea concorrenza non di bancarelle da consumo da asporto o di piccoli stand da trenta posti a sedere e neppure della Mora Romagnola, quando con il tendone , con limitate capacità ricettive era in piazza Matteotti, ma di una vera impresa per la ristorazione estemporanea che usufruisce dei contributi pubblici, e quindi anche dei loro  e  dello spazio pubblico dotato della maggior ricettività.

A loro, più che uno stand nel Palacongressi è sembrato un Palaristorante.

Si chiedono infine cosa succederebbe nel caso in cui  altre imprese similari o  di catering fossero interessate a partecipare alla manifestazione e se il senso delle sagra del paese non ne venisse snaturato.

Le discussioni possono servire,  eventualmente, a migliorare le cose , tanto dovevamo riportare e tanto abbiamo riportato.

Il contenuto di questo comunicato stampa, pubblicato da “Città Viva” – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di BelligeaNews, che rimane autonoma e indipendente.

Redazione