Una precisazione di Verdeblu s.r.l. E la nostra replica.

Questa che segue è una precisazione di Verdeblu s.r.l.

Gentile Signor Bartolucci,

in riferimento ad alcune affermazioni più volte riportate da lei e/o dai suoi collaboratori su Belligea News e sul gruppo Facebook “Tutti quelli di Belligea City”, non entrando nel merito delle discussioni, ma per correttezza di informazione, ci preme segnalarle alcune informazioni non corrette riportate a proposito della società Verdeblu srl.

– le risultanze di bilancio riportate nei suddetti articoli/post sono completamente sconosciute alla società. I bilanci della società Verdeblu srl sono ogni anno regolarmente depositati presso il Registo delle Imprese di Rimini, Registro che ne cura la pubblicazione. Da detto pubblico Registro è possibile in qualunque momento, anche online, estrarre copia dei bilanci pubblicati.

Il bilancio di Verdeblu srl non è mai stato chiuso in passivo e se anche così fosse eventuali perdite della società non sono di interesse pubblico, in quanto lo Statuto societario prevede che una eventuale perdita d’esercizio venga completamente assorbita dai soci privati della società e non dal (fu) socio pubblico.

– I motivi per cui il Comune di Bellaria Igea Marina è receduto dalla società Verdeblu srl sono di natura strettamente pubblico amministrativa (spending review) e non sono in alcun modo legati ai bilanci della società, attivi o passivi che siano, anche per la caratteristica dello Statuto sopra riportata.

– la querela nei confronti del Consigliere Comunale Moris Calbucci è stata presentata dalla società Verdeblu srl, quindi da tutti i suoi soci, dopo relativa delibera del Consiglio di Amministrazione. Non si tratta quindi di un’iniziativa personale del Presidente (di designazione AIA, come più volte sottolineato), che da Statuto non ne avrebbe la facoltà.

Rispettando profondamente il diritto di cronaca e di critica riteniamo altresì fondamentale il rispetto della verità dei fatti. Auspichiamo quindi per il futuro una verifica più approfondita dei dati e delle informazioni da pubblicare.

Cordiali saluti e buon lavoro.

Verdeblu srl

La replica

Correttezza, pienezza, chiarezza e semplicità nell’ informazione è il motivo per cui siamo nati. Anche noi esprimiamo profondo rispetto per Verdeblù e per la sua azione. Non abbiamo purtroppo i suoi mezzi quindi non riusciamo a comprarci le informazioni dalle varie banche dati. Il nostro non è giornalismo di inchiesta ma cerchiamo dati per rendere oggettive e possibilmente accettate da tutti le risultanze che pubblichiamo. Auspichiamo che l’Ente Pubblico ci metta a disposizione le sue banche dati perché svolgiamo o crediamo di svolgere un servizio pubblico divulgativo. Capitano e anzi  li vediamo con favore eventuali “battibecchi” sui nostri interventi. Intendiamo però dare un tono costruttivo,  in particolare alla pagina della nostra città. Non censuriamo ma non amiamo interventi troppo fuori delle righe o troppo superficiali.

Però quelli che noi scherzosamente definiamo “battibecchi” ci fa piacere se suscitano una comunicazione seria come la Vostra. A volte facciamo “nostre “ e magari le sottoscriviamo affermazioni che ci sembrano verosimili se aiutano ad arrivare alla verità. In questo caso forse siamo stati influenzati dal documento che di (SEL) che potrete leggere più sotto…… Qui abbiamo applicato il principio del silenzio assenso. Se anche allora vi fosse stata un replica /precisazione come quella che avete fatto a noi (e Vi ringraziamo per la considerazione) oggi questa Vostra precisazione non ci sarebbe …ma c’è. A volte su singole questioni possiamo apparire di parte ma vi assicuriamo che il nostro desiderio è davvero di dar voce a tutti. Non abbiamo tesi da affermare o obbiettivi da raggiungere  come i quotidiani nazionali targati, miriamo solo a fare capire ai nostri concittadini come funziona e come è messa la nostra città. E chiediamo anche a Voi di fare lo stesso evitando per esempio frasi del tipo “il bilancio di Verdeblu srl non è mai stato in passivo ma se anche così fosse ……..”

Era più semplice pubblicare il risultato economico degli ultimi 3 o 4 anni non credete? Noi almeno ci vogliamo muovere così. Poiché le spese  per il turismo  del nostro bilancio comunale  rappresentano il 6% delle entrate  (di cui in buona parte per promozione turistica) trasferiti in gran parte  ai soggetti Verdeblù (usiamo questo termine per non sbagliare) ce ne dobbiamo per forza  occupare. Ma dedicheremo tempo anche a quel 0,8% destinato a tutte le altre attività economiche. Riteniamo ininfluente (e anzi scontato per legge)  chi ha firmato la querela contro Calbucci, per le intenzioni della cui azione (la trasparenza) non possiamo che provare simpatia. Cosa che proviamo meno per  l’unanimità della compagine sociale la cui presenza è motivata da ragioni istituzionali (rappresentano l’economia) più che dalle loro competenze, nel decidere la querela. E i gradi di giudizio lo stanno dimostrando. Sarebbe utile infine che chi utilizza danaro pubblico direttamente o indirettamente e rappresenti parti importantissime della città abbia la sensibilità di pubblicare almeno nel suo sito lo statuto, i bilanci, la compagine sociale e la sua composizione quantitativa in maniera tale che il semplice cittadino non debba vedersi costretto a pagare le camerali per avere informazioni che in una comunità coesa  dovrebbero essere alla luce del sole. A proposito del tema principale da cui è nato tutto questo: le querele non incoraggiano la coesione.

Cordialissimi saluti concittadini di Verdeblu e saremo ben lieti di ospitare tanti Vostri interventi.

Firmato Giuseppe Bartolucci

Segue il comunicato stampa sopracitato:

Bellaria Igea Marina, li 29 ottobre 2012

VERDEBLU: Trasformazione da SRL a Fondazione. Alcune importanti DOMANDE.

Sulla vicenda Verdeblu Srl e sulla trasformazione della medesima in Fondazione, il Circolo di SEL Sinistra Ecologia e Libertà di Bellaria Igea Marina pone le seguenti domande all’Amministrazione Ceccarelli ed ai Consiglieri comunali tutti.

1) Siete al corrente del decreto legge n°78 del 31/05/2010, convertito con modifiche nella legge n°122/2010, tenuto conto che l’articolo 14, comma 32, del suddetto decreto stabilisce che “entro il 31/12/2012 i comuni mettono in liquidazione le società già costituite alla data di entrata in vigore del presente decreto, ovvero ne cedono le partecipazioni” e che tale disposizione non si applica “ai comuni con popolazione fino a 30.000 abitanti (come Bellaria Igea Marina, ndr) nel caso in cui le società già costituite abbiano, al 31/12/2012, il bilancio in utile negli ultimi 3 esercizi”?

2) Dal momento che è legittimo avere qualche dubbio sul fatto che negli anni 2009, 2010 e 2011 Verdeblù abbia avuto i bilanci in attivo in quanto quella Società era partecipata dal Comune e perciò avrebbe dovuto chiudere i bilanci in pareggio, anche in considerazione del fatto che non operava in ambito produttivo o commerciale bensì turistico, è per questo motivo che Verdeblu è stata trasformata in Fondazione?

3) Se così fosse, ritiene il Comune di avere rispettato la legge o piuttosto di avere aggirato, con la trasformazione di Verdeblù da Srl a Fondazione, quella norma?

4) Ma anche qualora il motivo non fosse questo, la maggioranza di centrodestra al governo della nostra città ritiene che, trasformata la Società in Fondazione, i conti di Verdeblù saranno in futuro più o meno trasparenti rispetto agli anni passati, tenuto conto della normativa vigente che regola le Fondazioni?

5) Per finire, non è per caso questa la causa, oppure una delle cause, per cui nel corso degli ultimi mesi non si è resa possibile la visione dei libri contabili di Verdeblu?

SEL Bellaria attende risposte chiare e definitive ai suddetti quesiti.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci