F1 2014 Regolamento.

Il 2014 vedrà un cambiamento importante nel campionato mondiale piloti di F1 in quanto viene finalmente ridotta la componente aerodinamica, giunta a livelli eccessivi e si reintroducono i motori turbo V6 di 1600 centimetri cubici, cilindrata ottimale per oltre l’ottanta per cento dei veicoli circolanti nel mondo. Inoltre viene dato spazio alla componente elettrica-elettronica con funzioni di aumento di potenza e risparmio di carburante.

Vediamo dunque quali saranno le specifiche dei nuovi motori. In sintesi abbiamo un classico motore termico che alimenta un motore elettrico per avere, come detto, maggior potenza e minor consumo. Il motore termico è un 1,6 litri V6 di novanta gradi con cambio semi automatico a otto rapporti, limite di 15.000 giri al minuto che deve durare almeno 4000 km ( contro i 2000 del mondiale 2013 ). Per ogni squadra è prevista l’omologazione di 5 Power Unit: non si parla più di motore in quanto sia l’unità termica che le componenti elettriche – batteria, cavi, motori elettrici, parti elettroniche – verranno considerati ai fini del regolamento un tutt’uno.

Nello specifico: l’ERS-K ( ex kers ) è incorporato nel motore e il suo utilizzo viene incrementato dall’introduzione dell’unità di recupero del calore l’Energy Recovery System.Questa unità ERS  cattura il calore di scarto dissipato dal turbocompressore nei gas di scarico utilizzando un apparecchio elettrico detto Heat Motor Generator Unit ( MGU-H ). Questo calore viene incamerato come carica elettrica fino a quando non è utilizzato da un sistema complementare chiamato Kinetic Motor Generator Unit ( MGU-K ) e che è collegato direttamente alla trasmissione per fornire una potenza supplementare di 120 kW per 33 secondi a giro,  pari a 161-163 CV ( il KERS dava una potenza supplementare di 60 kW pr sei secondi a giro ). La potenza totale, 600 CV dal V6 e oltre 160 dal motore elettrico, dovrebbe essere in totale di 760 CV. Teorica in quanto è previsto un motore ausiliario che attingerà energia dalla frenata come già in vigore quest’anno… tale quantitativo aggiuntivo di energia potrà sfruttarlo sia l’unità MGU-H per alimentare il motore elettrico, sia l’MGH-U per aiutare il turbo nella sua fase iniziale dove c’è il famoso turbo lag, ovvero il momento a bassi giri dove la turbina non genera pressione. Il problema che tutti dovranno affronatre sarà far lavorare in perfetta simbiosi tutte queste componenti… una sorta di quadratura del cerchio, insomma.

Per quanto riguarda l’autotelaio, la macchina, oltre a una riduzione della larghezza dell’alettone anteriore, si riduce anche la dimensione del profilo principale dell’ala posteriore, che fornirà meno carico aerodinamico e mancherà il supporto inferiore orizzontale come elemento sostegno, forse sostituito da un pilone centrale in stile Indycar. I gas di scarico, riuniti in un unico collettore, usciranno oltre le ruote posteriori, ponendo fine al “soffiaggio” degli scarichi, già comunque improponibile a causa del recupero di detti gas da parte del turbocompressore. La parte anteriore risulterà più bassa, come già visto in altri anni e forse non contribuirà alla bellezza delle forme.

Notevole sarà la sfida per la Pirelli: infatti i V8 2.4 litri da 700 cv avevano una coppia inferiore ai 30kg/m, mentre i 1.6 litri Turbo danno 600 cv più 160 elettrici e una coppia di 45kg/m, ma soprattutto nelle curve lente la coppia fornita grazie all’Ers potrebbe portare il totale al valore di 70 Kg/m e oltre, per cui le monoposto rischiano di entrare in queste curve con quattro gomme e uscirne praticamente sui cerchioni…

Non voglio in questa sede discutere le decisioni della FIA, specie le ultime che vedono il punteggio dell’ultima gara ( Bahrein 2014 ) raddoppiato, tuttavia comunque vadano le cose, è grande per tutti l’attesa di vedere le nuove monoposto in pista: non faccio previsioni in quanto si tratta di monoposto completamente nuove ma spero che l’abilità del pilota e la bravura dei motoristi tornerà a fare la differenza come era negli anni d’oro della Formula Uno. 

red bull ferrari

Massimo Scalzo

Commenti

  1. Giuseppe Bartolucci ha detto:

    ottima presentazione di una formula1 assurda.