Matteo Renzi vince.

Matteo Renzi è il nuovo segretario del PD con quasi il 70 % dei voti. Civati si attesta attorno al 14 % e Cuperlo molto al di sotto del 20 %.

matteo_renzi_primarieI dati sull’affluenza in netto rialzo confermano che il giovane sindaco di Firenze è gradito agli iscritti del PD e non solo a loro, aggiungiamo. Oltre agli auguri di Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari anche i “media” stranieri lo plaudono, dalla Francia alla Spagna, dall’Inghilterra agli Stati Uniti e qualcuno lo definisce il “Tony Blair” italiano, chiaro segno che Renzi viene visto come una persona nuova e in grado di cambiare veramente le cose. Al momento lo scrivente non ha notizie dalla Germania, ma si suppone che il giovane segretario non sia molto gradito alla Merckel che ha cercato in ogni modo di condizionare la nostra politica, interna ed estera sin dagli anni del suo patto con il piccolo “napoleone” Sarkozy.

Ora che il PD ha scelto quasi all’unanimità un segretario giovane che non la manda a dire e che certo non smacchierà leopardi, nè pettinerà bambole, sarebbe opportuno tornare alle urne: l’Italia ha bisogno di un traghettatore che ci porti fuori dal pantano in cui ci hanno portato i precedenti governi.

Massimo Scalzo