Il Pd interviene sul piano spiaggia.

Comunicato stampa del Pd Bellaria Igea Marina.

QUEL PASTICCIACCIO DEL PIANO SPIAGGIA FIRMATO CENTRODESTRA

E’ notizia di questi giorni che i bagnini delle aree ex Ceschina entro il 15 dicembre, secondo gli accordi raggiunti con la proprietà delle aree, debbano sgomberare le aree che in questi anni hanno occupato, legittimamente, per continuare a lavorare.

Basta passeggiare sul lungomare di Igea Marina per vedere gli effetti di questo accordo con i balneari impegnati a rimuovere le attrezzature.

Ma se da un lato è chiaro quale sia il motivo per cui vengono liberate le aree, ovvero il frutto di accordi fra privati, dall’altro manca completamente una programmazione politico amministrativa che possa stabilire in che modo la prossima estate gli stessi stabilimenti balneari possano operare.

Non si sta parlando di aree marginali del nostro territorio ma di alcune spiagge centrali di Igea Marina. L’accordo fra i privati stabilisce che l’arenile deve essere liberato ma, oltre a questo vincolo non ci sono indicazioni precise che stabiliscano come lo si potrà risistemare in vista della prossima stagione balneare.

E’ vero che esiste, bene o male, un piano spiaggia, ma è altrettanto vero che al momento non ci sono i permessi per poter dare attuazione al piano stesso, così come manca un accordo fra le parti che possa dare attuazione al piano in maniera complessiva e non casuale.

Non è ovviamente auspicabile che il così detto “serpentone” delineato nel piano spiaggia dell’attuale amministrazione comunale si concretizzi nei prossimi mesi, cristallizzando sulla spiaggia le divisioni che al momento risultano solo sulle carte bollate.

Quale visione complessiva dell’arenile si potrebbe mai individuare se, per risolvere le contrapposizioni ancora sul tappeto, si desse attuazione al piano spiaggia a macchia di leopardo, come attualmente sono le spiagge che sono oggetto di “demolizione”, o ancora peggio con lo spostamento delle cabine a mare della fascia di arenile di proprietà privata?

Il tema è di enorme importanza soprattutto per poter dare una risposta concreta per la prossima stagione balneare in tempi brevissimi. L’amministrazione comunale ha il dovere di dare risposte certe agli operatori, rispettando ovviamente gli interessi privati in campo, ma allo stesso tempo preoccupandosi di riuscire a concretizzare in tempi rapidi quanto stabilito sulla carta.

La questione balneare è diventata un tema caldo solo a pochi mesi dalle elezioni amministrative, tanto che fino ad oggi non era mai stata affrontata in maniera seria dai nostri amministratori mentre adesso ci troviamo il solito pasticcio all’italiana dove si sa cosa si sta distruggendo ma non si sa bene come, quando e chi risistemerà il nostro arenile.
Partito Democratico / Bellaria Igea Marina

Il contenuto di questo comunicato stampa, pubblicato da “Pd Bellaria Igea Marina” – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di BelligeaNews, che rimane autonoma e indipendente.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci