Ferrari FF e… Beatles.

the-beatles-apple-itunes-617-409Passando per la residenza di Nick Mason, batterista dei Pink Floyd, parte un viaggio sulle tracce dei Beatles con una Ferrari FF, organizzato dalla JBL, storico fornitore di attrezzature per gli studi di registrazione dei mitici “Fab Four” e dal 2008 partner commerciale della Casa di Maranello per i sistemi audio delle Rosse.

Il “Journey of Sound” ( viaggio del suono ) prenderà inizio dal locale delle prime esibizione dei Beatles, il Cavern di Liverpool e terminerà nella città del loro esordio internaziole, Amburgo: il viaggio consiste in una serie di eventi live e in studio, con artisti che mescoleranno le loro esperienze in una fusion musicale innovativa. Tra i “viaggiatori” Kate Nash, Jamie N Commons, Jonas & the Massive Attraction e Natalie McCool. Sono previsti due concerti e varie tappe speciali, tra cui quella a casa di Mason da sempre amante delle Ferrari, da quando il padre – che corse con una Ferrari la Mille Miglia del 1953 – lo portava a vedere le “rosse” in pista. Ancor oggi Nick frequenta i paddock di Formula 1 e vanta una prestigiosa collezione Ferrari, tra cui una 250 GTO: le star hanno sempre amato le auto di Maranello e gli stessi George Harrison e John Lennon sono stati tra i migliori clienti di Maranello.

Mason-nel-“Journey-of-Sound”-700x300Prima Ferrari a trazione integrale, la FF ( come FabFour ) è dotata di un sistema audio JBL con 15 altoparlanti e una sofisticata tecnologia di amplificazione da 1.280 watt di potenza. Diventerà una classica da collezione anche lei, come quelle di Nick Mason e le altre che oggi vengono battute in aste record in tutto il mondo, dai 14,3 milioni di dollari di una 250 LM battuti pochi giorni fa ai 52 milioni di dollari ( il prezzo più alto mai pagato per un’automobile ) a gennaio 2013 per una 250GTO. Nella foto qui sopra Nick Mason in una delle sue Ferrari. George Harrison e John Lennon sono stati tra i migliori clienti del Cavallino e nella galleria qui sotto vi mostriamo la Ferrari 330 GT di John Lennon, nel suo originale azzurro e interno in tinta e la 365 GTC di George Harrison.

 

Massimo Scalzo