Fire and Ice.

Luca-Cordero-di-MontezemoloIl Presidente della Ferrari ha rilasciato un’intervista sui problemi che hanno condizionato il mondiale di F1 appena concluso e che sembrava cominciato nel migliore dei modi per la F138. Giunge anche notizia dell’incendio della sede Mercedes AMG High Performance Powertrains a Brixworth dove girano al banco i nuovi motori, causato da una perdita d’olio… certo è meglio che i motori scoppino sui banchi  piuttosto che inondare le piste… ma di solito, almeno a Maranello, non danno fuoco anche alla fabbrica.

stefano-domenicali_620x410L’analisi di Luca Cordero di Montezemolo non ci dice nulla di nuovo. Le novità per ora sono Kimi e Allison e saranno loro che ascolteremo appena apriranno bocca: gli altri avendoli sentiti per anni, sappiamo cosa diranno ancor prima che aprano bocca. Tra l’altro Kimi, dopo aver sviato i media in merito alla città dove è stato operato ( Strasburgo/Salisburgo ) è scomparso, il che lo ritengo un buon segno. L’intervento subìto non è stato particolarmente complesso, tuttavia è necessario che la cicatrizzazione sia completa prima di iniziare la preparazione atletica la quale ha una tempistica ben precisi da rispettare. Tornando a noi, non è giusto prendersela con Domenicali perchè chi lo ha messo lì è il Presidente e, come qualcuno tempo fa fece notare, la colpa è proprio sua, che lo ha scelto. Chiunque assuma una persona e questa non si rivela all’altezza, la colpa è di chi lo ha scelto e di nessun altro, ed è anche per questo che Montezemolo ( terzo manager più pagato d’Italia ) guadagna molto ma molto di più di Domenicali. Stabilito ciò, è probabile che nel comparto della GeS ( la famosa Gestione Sportiva, il regno incontrastato del Drake ) avvengano dei cambiamenti: certamente Allison vorrà dare la propria impronta che non è certo quella di Pat Fry, dato per partente e peggio per chi lo prenderà ( Toro Rosso o Lotus? ). Il nuovo motore, le famigerate Power Units volute dalla FIA, gira magnificamente al banco e l’unica cosa che preoccupa l’ingegner Marmorini è proprio la FIA, nella fattispecie il sistema di controllo del consumo di benzina che sembra potrebbe venir aggirato da qualche squadra con pochi scrupoli e a chi scrive, ma anche a chi legge, almeno un paio ne vengono subito in mente.

AllisonAllison porta oltre a un diverso sistema di lavoro, anche l’esperienza della Lotus sia nel campo del FRIC ( Front and Rear Interactive Control delle sospensioni) che sembra essere il migliore – però non si sa nulla di quello della Red-Bull – che in quello dell’aerodinamica e della gestione delle gomme, tema che sarà primario anche nel 2014 sia per la potenza scaricata in modo “brusco” dai motori sia perchè sembra si vada verso un duplice cambio gomme obbligatorio, per cui niente più gare con una sola sosta. In verità se siamo sicuri di una Ferrari decisamente alla riscossa il prossimo anno, siamo preoccupati in quanto le decisioni 2013 della FIA sembrano essere state prese in chiara ottica anti-Ferrari. Monsieur Todt è molto vendicativo ( come ben sanno Alesi, Alonso, Irvine e altri ) e nessuno ci ha mai detto i veri motivi per cui lasciò la Ferrari, anzi la carica di AD della Ferrari nel marzo 2008. Forse voleva la carica di Presidente… molto male hanno fatto a non dargliela penso in quanto la meritava e oggettivamente il presidente Montezemolo ha molti interessi in svariati campi.

Ora ci aspetta il discorso di Natale e quello della presentazione della Ferrari 2014, probabili fotocopie dei precedenti, ma io mi aspetto solo e soltanto i fatti ovvero una macchina che non prenda due secondi dalla più veloce delle avversarie, ma che sia lì, tra le prime tre… al resto ci penseranno Fernando e Raikkonen. Nando e Kimi. Fuoco e Ghiaccio.

Massimo Scalzo