Moris Calbucci sul mercato ittico.

mokaComunicato stampa di “Città ViVa”

Il Consigliere Comunale

        Moris Calbucci

“Città ViVa” Lista Moka

Per Bellaria Igea Marina

Attraverso la determina dirigenziale 2385 del 18-11-2013 apprendiamo che l’amministrazione ha affidato la concessione in gestione del mercato ittico ad una locale società cooperativa, alla quale facciamo i nostri migliori auguri di buon lavoro,  che  a quanto si rileva dall’avviso di aggiudicazione, risulta  unica partecipante.

L’intera nuova  struttura, dal costo rilevante, è stata aggiudicata, per un periodo di cinque anni per l’importo di 1.550 € + iva annuali, per un totale di 7.750€ + iva per l’intero quinquennio.

Se prendiamo atto che c’è stata un’unica società interessata  ad aggiudicarsi la struttura e valutiamo il fatto che  il costo dell’affitto risulta veramente simbolico rispetto ai prezzi del mercato  di tali strutture, non possiamo non tentare alcune considerazioni.

Evidentemente per molte delle società della pesca l’offerta non è risultata interessante e ciò può significare che la collocazione e  l’uso e della struttura non sono stati integrati da un più ampio progetto economico di sviluppo del  settore  affiancandolo con  infrastrutture e  servizi ad esso collegati.

L’importo simbolico di 1550€ annui rafforza ancor più l’idea che si sia  rischiato, dopo aver costruito una simile struttura, di non trovare  chi la potesse gestire.

A tale proposito sarebbe interessante sapere anche su quale base è stato calcolato il canone base d’asta annuo di 1.500,00 euro?

“Pensare male è peccato”, come diceva un politico di nota fama ma il 95% delle volte ci si prende…

Certo l’importo, soprattutto se paragonato alle tariffe chieste ad altri operatori, non solo per gli affitti di altre strutture ma anche  per la sola occupazione di suolo pubblico, desta qualche perplessità e  potremmo dire  che, anche gratis, ma un gestore bisognava trovarlo.

Lasciamo ai cittadini le ulteriori considerazioni su quest’argomento e sul rapporto fra la gestione dei beni pubblici e l’interesse pubblico, ricordando loro che, per quel che ci riguarda, nella totalità del progetto di  sviluppo della pesca locale noi avremmo fatto di tutto, vedi eventuale nuovo progetto a norma, per salvare i banchi del piccolo mercato di vendita al dettaglio di Largo Montello: unico elemento, insieme alle barche ed al lavoro della marineria, che caratterizzava almeno un poco il nostro porto e che ora sarà destinato a scomparire.

Il presente comunicato stampa è il pensiero degli autori, e non la posizione di BelligeaNews che si limita solo alla pubblicazione

Il Direttore Giuseppe Bartolucci