Abemus PSC?

maggioliAvremo mai un Psc? qui siamo fortunati possiamo scegliere infatti c’è ne sono due.

Il PSC che Maggioli — assessore all’urbanistica — ha in mano ed è formalmente la prosecuzione del PSC lasciatogli in eredità dalla giunta Scenna. Che a parole quest’amministrazione doveva adottare fin dall’inizio del mandato.

Nel secondo PSC che la giunta vorrebbe adottare, il progettista è lo stesso, cioè l’ingegner Farina di Oikos. In pratica però con il secondo PSC devono risolvere una serie di partite grosse, partite che nel PSC impostato dalla giunta Scenna non c’è traccia: i due grattacieli alla Ternana, il residenziale ad Aquabell, la scuola a Bordonchio, forse lo stesso Outlet di Bordonchio di cui girano diverse voci, il residenziale a monte del porto lato Igea (quello che doveva essere il motore immobiliare della darsena a proposito nel nuovo PSC c’è la darsena?) e altro ancora.

L’attuale amministrazione non può pensare di intervenire su questi comparti con altre varianti al PRG. Però se il PSC di Maggioli è così diverso da quello di Scenna significa che è un nuovo PSC. E un nuovo PSC va incardinato su procedure preliminari, formali e sostanziali, previste dalle leggi. Soprattutto bisogna fare una conferenza dei servizi che non è un passaggio semplice: bisogna aprire un tavolo con diversi soggetti istituzionali, effettuare un percorso di urbanistica partecipata (che significa semplificare l’argomento con dei facilitatori e spiegarlo nei quartieri, nei bar, ecc).

Un lavoro di mesi che Maggioli sembra aver completamente dimenticato. Glielo ha fatto venire in mente “Bene Comune” con un esposto a Regione e Provincia e a quel punto Maggioli è stato preso alla sprovvista. E’ impossibile che l’amministrazione possa far finta di niente perchè un ricorso al Tar fermerebbe tutto e poi Regione e Provincia non glielo passerebbero. Notare che in tutte le ultime uscite del “Nuovo” (di fatto organo ufficiale del centrodestra) mai il giornale ha scritto una volta l’acronimo PSC. Mai. Ha parlato più di una volta del piano spiaggia ma Mai del PSC. Vorrà pur dire qualcosa.

L’impressione è che Maggioli sia pronto ad alzare bandiera bianca. Tra l’altro se non va in consiglio in dicembre, che senso avrebbe portarlo in consiglio a tre mesi dallo scioglimento del consiglio stesso? Poi in periodi di vacche magre l’urbanistica è un’arma a doppio taglio: non c’è più trippa per gatti, non ci sono più spazi per i mattoni, non ci sono più soldi per costruire e neanche per riqualificare. Entrerebbero però in funzione tutte quelle norme di salvaguardia che finirebbero per fare più scontenti che contenti. Dal punto di vista elettorale sarebbe una questione spinosa da gestire. Maggioli ha le capacità per destreggiarsi in questo labirinto?

Allora chiediamo ufficialmente all’assessore Maggioli se il PSC sarà presentato in consiglio comunale entro Dicembre.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci