La Sardegna nell’occhio del ciclone: morti e dispersi

Dichiarato lo stato d’emergenza in Sardegna: evacuate centinaia di persone, scuole chiuse, disagi nella circolazione e danni per milioni di euro. Il Presidente del Consiglio Letta parla di tragedia nazionale e stanzia 20 milioni di euro per le operazioni di soccorso.

Alluvione-in-Sardegna-e-un-disastro_h_partb

Il ciclone Cleopatra che si è abbattuto sull’isola ha finora seminato morte e distruzione. Una bolla isolata di aria fredda staccatasi da una perturbazione proveniente dalla regioni artiche, ha innescato il disastro che ha flagellato la Sardegna. Due dispersi, 17 morti ed un bilancio che è destinato ad aumentare vista la portata della calamità. Il presidente della Regione Ugo Cappellacci ha parlato di una «piena millenaria, un evento che si registra una volta nel millennio con una forza al di sopra di ogni ragionevole previsione. La situazione purtroppo è tragica. Ci sono centinaia di evacuati – ha detto – cui stiamo provvedendo per la notte».  “Polizia, carabinieri, vigili del fuoco, tutti sono stati attivati. Si sta intervenendo per capire la situazione nei luoghi e nel frattempo ci si sta organizzando per assitere la gente”, ha precisato Cappellacci. “Sono migliaia le persone colpite, che hanno avuto danni alle Sardegna-sott-acqua-parla-il-governatore-Cappellacci_h_partbabitazioni”, ha concluso.

La portata d’acqua menzionata dal Presidente si attesta ad un massimo di 470mm in poco più di 12 ore, una quantità pari alla metà di quella registrata mediamente in un anno. Le piogge che hanno investito la Gallura sono state meno intense che nel resto dell’isola ma più «veloci» e i danni causati non sono legati tanto alla massa d’acqua caduta, quanto alla particolare orografia del territorio. Le previsioni non annunciano tregue: in serata sono infatti attese precipitazioni in tutta l’isola, partendo dal sud per poi tornare in Gallura. L’intensità prevista è minore rispetto alle ultime ore, ma sono immaginabili comunque pesanti disagi vista la situazione già particolarmente complicata.

Il sindaco di Olbia, Gianni Giovannelli, ha raccontato con spavento come la forza dell’acqua abbia in pochi minuti seminato panico e distruzione. Si sofferma su diverse macchine precipitate in una voragine che si è aperta alla periferia della città – fra le più colpite – lungo un tratto di strada provinciale recentemente ricostruita: solo lì si sono registrati 3 morti. Completamente allagata la galleria di Mughina, a Nuoro. Semidistrutto il ponte di Oliena, mentre è stato divelto quello di Monte Pino . Un’anziana è morta in una casa allagata ad Uras (Oristano). Una donna di 90 anni è deceduta in provincia di Nuoro. Disagi su strade, ferrovie e sottopassi. Decine di paesi isolati e continui black-out elettrici.

oòbia-U10201249461223pgC--640x360@LaStampa.itLa Protezione Civile, nella persona di Franco Gabrielli, ha fatto il punto della situazione: «La verifica definitiva la faremo solo quando queste zone saranno liberate dalle acque». Gli allagamenti hanno fatto saltare l’erogazione dell’energia elettrica e anche i telefoni sono in tilt. I danni sono ancora da quantificare. Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in veste straordinaria, ha dichiarato lo stato d’emergenza «per disastrosi eventi meteorologici». Il premier Enrico Letta ha annunciato lo stanziamento di 20 milioni di euro per coordinare la macchina dei soccorsi. «E’ una vicenda – ha sottolineato Letta – che ha assunto da subito carattere da tragedia nazionale. Un dramma di proporzioni incredibili». «Ieri – ha spiegato il premier – abbiamo riunito il comitato operativo della protezione civile che ha messo a punto i primi interventi, legati a due priorità: assistenza alle centinaia di persone sfollate e salvare i dispersi; interventi sulla viabilità, anche quella principale, fondamentale per questi primi elementi di aiuti. Ci sarà subito la ricognizione dei danni». Nei prossimi giorni è prevista la visita ufficiale del Presidente del Consiglio nell’isola. Figure istituzionali saranno comunque già presenti oggi, con il ministro della difesa Mauro. Messaggi di cordoglio e solidarietà a tutti i livelli, dal Capo dello Stato Napolitano sino al presidente del Parlamento europeo Martin Schulz.

 

La fotogallery della tragedia

ALESSIO IARDONI

About the Author

ALESSIO IARDONI
Alessio, 24 anni, studente universitario e lavoratore, amante della tecnologia, delle auto, dello sport, della vita sociale. Tanti pregi, altrettanti difetti! M'indiletto a scrivere articoli ed il mio sogno nel cassetto è...impegnarmi per realizzarlo!