Moka risponde a Scaroni.

moka 2Comunicato stampa di “Città ViVa”.

Il Consigliere Comunale

Moris Calbucci

“Città ViVa” Lista Moka

Per Bellaria Igea Marina

L’isola che non c’è.

Alle incongruenze dei metodi e della programmazione turistico- commerciale invernale, (non esiste solo Natale), alle attività chiuse, ai tanti cartelli esposti sull’isola con scritto cedesi attività e vendesi, il presidente del comitato dell’isola e l’assessore rispondono facendoci sapere che:

“L’isola dei platani è una delle realtà che…riesce ancora a far registrare un risultato economico..”

Si? Invitiamo anche la stampa a sentire  cosa ne pensano in proposito, non i dirigenti delle categorie ma i singoli commercianti: così  diranno, come a noi, che si sentono bistrattati quando le bancarelle dei mercatini mostrano il retro alle loro vetrine e la gente scorre al centro lontana dai negozi e nessuno capisce che basterebbe mettere  i banchi faccia a vista dei negozi per creare un circuito redditizio anche per le attività.

Vi diranno che non c’è cadenza e  continuità nelle iniziative, sempre le stesse negli ultimi anni, senza coinvolgimento del pubblico, senza fantasia, metodo, organizzazione.

Vi diranno, come a noi, che l’amministrazione spende  in una sola  sera d’estate con personaggi presunti famosi, la stessa cifra che per tutta la programmazione invernale  e vi racconteranno come  per stessa ammissione dei rappresentanti dell’amministrazione  si aspetti ancora  la

“ programmazione natalizia presentata a breve “…

Ma come, siamo a Novembre inoltrato e non c’è traccia  di promozione natalizia? E se non c’è qui figuriamoci altrove. Niente nei paesi vicini, niente nelle città del nord .Italia. Alla faccia dell’equità fra investimento turistico estivo ed invernale.

Dice l’assessore: ” ciò che viene approntato dall’amministrazione…viene fatto in un’ottica di promozione complessiva…in una prospettiva annuale…” (?).

Ma non facciamo ridere, pensate veramente che le luminarie, i presepi nei tini e di sabbia attirino una clientela degna di questo nome?! E senza un consistente supporto promozionale che doveva essere divulgato già da tempo, chi volete che venga  nei volenterosi alberghi e attività aperte per natale?! Nessuno ha messo in dubbio l’impegno e le capacità dei nostri operatori, discorso che non c’entra per nulla nella questione; rimarchiamo viceversa la vera incapacità amministrativa ad operare in questo settore.

Per concludere a proposito delle nostre presunte contraddizioni: dice bene l’assessore: chiediamo un impegno economico crescente  per il commercio ma anche qualcuno che sappia inventare iniziative attraenti e mettere programmazione, promozione e continuità. D’altra parte, e non  è certo contraddittorio da parte nostra, accusiamo l’amministrazione non di un  generico “ eccessivo sostegno alle categorie” come dice la Scaroni, ma proprio di  destinare l’intero nostro budget turistico, vedi circa 1.100.000 € circa, all’anno negli ultimi quattro anni, in completa autonomia, prima ad una Srl, adesso alla Fondazione e alla Srl che rappresenta, al massimo e per esteso, 250 operatori su 20.000 abitanti e le loro attività.

La città è un’altra cosa.

Redazione

Il Direttore Giuseppe Bartolucci