Bellaria Igea Marina, associazione Andrea Costa, comunicato stampa.

lavori viale panziniComunicato stampa associazione Andrea Costa.

Ogni volta che questa amministrazione mette mano ad opere di riqualificazione, c’è da preoccuparsi per la sorte del verde pubblico.

Ricordando il danno irreparabile che è stato fatto con il parcheggio di Via Costa, che rimane una ferita aperta nel cuore della città, opera inutile e riservata a pochi albergatori eletti, ora il comune mette mano alla ”riqualificazione” del parco adiacente la sede comunale e lo fa facendo delle strade nel parco, mettendo cordoli e cemento. Nelle opere di progettazione del verde, dove solitamente si crea un percorso naturale, perchè la gente passa sempre da lì, si favorisce questo percorso con elementi naturali, come piastrelle drenanti in pietra o usando il legno, comunque elementi naturali, non di certo il cemento.

Si spera che nel proseguo dei lavori non si riduca ulteriormente l’area verde. Non osiamo pensare poi a cosa possa progettare “l’assessore contro l’ambiente” nel parco del Gelso, già sufficientemente rovinato dallo squallore dei dinosauri e degli ominidi chiusi nelle gabbie. Oggi ci chiediamo quale sarà la sorte dei numerosi pini della via Panzini, che si trovano al centro di un progetto di riqualificazione e allargamento della strada e visto che quello rimane l’unico verde della zona. Chiediamo che il progetto venga reso pubblico e sottoposto al giudizio dei cittadini, non come tutte le poche cose fatte fino ad ora, cioè eseguite e poi rifatte (vedi piazza, totem,etc. etc.)

Il Direttore Giuseppe Bartolucci