Mercedes Italia attacca il Governo italiano

E’ stata da poco varata la manovra dal Governo Letta ed ora si attende l’iter parlamentare per l’approvazione ufficiale. Molti i mal di pancia provocati a tutti i livelli: dai sindacati principali che hanno minacciato scioperi su scala nazionale, passando per l’avvertimento di Confindustria a Montecitorio che tuona “no a porcate”, per finire ai contribuenti che sono da sempre la parte lesa. Mercedes-Benz Italia, nella persona del suo presidente Roland Schell, lamenta l’assenza di provvedimenti per quel che riguarda il suo settore.

1300269836603_2b54dcc0ca8632483be1fc19d1136a80

Roland Schell, Presidente MB Italia

“Vogliamo essere tra i protagonisti della ripresa economica italiana”, afferma il direttore generale, ma “purtroppo ancora una volta gli interessi dei nostri clienti e dei partner della filiera sul territorio sono i grandi assenti dai provvedimenti presi dal Governo per il rilancio dell’economia”. Non c’è niente infatti ‘”in tema di norme e fiscalità dell’automobile”. “Nessuna misura – sottolinea Schell – che prenda in considerazione un settore che rappresenta circa l’11% del PIL e che, nel 2012, ha generato 72,7 miliardi di euro di entrate fiscali, pari al 17% del totale delle entrate fiscali”.

“Tutto il mondo dell’automobile chiede stabilità e vogliamo essere tra i protagonisti della ripresa economica italiana. Per questo motivo portiamo sul mercato prodotti e servizi innovativi,” prosegue Schell. “Penso ai nostri motori amici dell’ambiente e del fisco, di piccola cilindrata dai consumi ridotti ma performanti, e ad iniziative come car2go, il car sharing innovativo, che ha riscosso un grande successo a Milano. Proprio car2go è la dimostrazione del ruolo che possiamo giocare ripensando la mobilità a 360 gradi”.

Parole condivisibili da parte della dirigenza Mercedes Italia, che fa quadrato attorno ai malumori che derivano da una politica improvvisata e riluttante dal risolvere i problemi che affliggono il Paese. C’è da scommettere che da Bruxelles, dove è in analisi la manovra, arriveranno tante belle parole di complimenti per l’operato svolto. Tanto in Italia mica ci stanno loro.

fonte Ansa.it

ALESSIO IARDONI


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

ALESSIO IARDONI

About the Author

ALESSIO IARDONI
Alessio, 24 anni, studente universitario e lavoratore, amante della tecnologia, delle auto, dello sport, della vita sociale. Tanti pregi, altrettanti difetti! M'indiletto a scrivere articoli ed il mio sogno nel cassetto è...impegnarmi per realizzarlo!