Lacrime di coccodrillo.

Lacrime di coc 1La tragedia di Lampedusa in cui sono morti centinaia di immigrati clandestini ( 150 tratti in salvo su 500 che si stima fossero a bordo del barcone ) ha sollevato ovunque adegno e lacrime. Le più alte cariche politiche e religiose esprimono il loro cordoglio mentre la politica si ferma in attesa della relazione del Ministro dell’Interno si è recato sul luogo. Naturalmente la Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo a carico di ignoti mentre un altro basrcone era approdato con 465 immigrati siriani e altri 317 sono giunti a Capo passero.
La presidente Boldrini, che ha recentemente rifatto tutta la carta intestata ( La pr. al posto di Il pr. ) e il sito web della Camera, sempre attenta alle luci della ribalta, ha espresso la sua vicinanza al sindaco di Lampedusa ( Giusy Nicolini ) mettendo in rilievo che queste persone sono vittime di “guerre, persecuzioni, violazioni dei diritti umani”.

Lacrime di coc 2Ora raccogliamo almeno due decenni di una politica nei confronti degli immigrati del tutto sbagliata, sin da quando, prima dell’apertura delle frontiere, prima ancora dell’Europa Unita, i gendarmi di confine austriaci indicavano ai ‘rom’ come fare per entrare in Italia eludendo i controlli alla frontiera italiana.
Noi accogliamo, soccorriamo, aiutiamo, diamo sussidi e sostegni a tutti, che vengano dalla terra o dal mare, siamo il paese del bengodi… per loro, non per noi (tar)tassati, per i milioni di noi alle soglie della povertà o con pensioni da fame, costretti a tagliare persino la spesa alimentare e dei farmaci ( -7/-10 %) cosa mai avvenuta prima.

Lacrime di coc 3Cosa manteniamo a fare una Marina Militare se non è capace di pattugliare i nostri mari? Queste persone che vengono in Italia, vengono mantenute a SPESE NOSTRE, con le tasse oltre il 60 % che lo Stato ci leva anche anticipatamente per mantenere un apparato ormai giunto al limite del default. Queste persone, tutte, devono essere rimandate là da dove vengono con ferma autorità dopo essere state curate e nutrite com’è giusto che sia, ma qui non devono restare. E basta ai sussidi ai governi africani per impedire l’immigrazione: quei soldi se non finiscono nei caveau svizzeri, diventano armi, fucili, cannoni, carri armati. Basta con le carceri strapiene di immigrati e i nostri delinquenti a piede libero, con i venditori ambulanti che sottraggono le forze dell’ordine e la GdF da compiti ben più rilevanti quali la tutela dei cittadini italiani. Basta con gli immigrati schiavizzati per la raccolta dei pomodori e della frutta, basta ai rom, mantenuti dai comuni, che rovistano nei cassonetti della spazzatura, anzi, con “le” rom, madri e figlie, perchè i padri dormono e giocano a carte e vanno in giro con macchine di lusso.
Lacrime di coc 4 Ora le Autorità piangono i morti, versano le loro lacrime di coccodrillo, chiedono aiuto all’Europa, mano protesa a mendicare un aiuto che non verrà mai. Non verrà perchè l’Europa è troppo impegnata a spolpare il nostro Paese delle sue industrie e dei suoi marchi, sia industriali che alimentari, mentre ci impone le sue regole. Le regole del Bundeskanzler Angela Merkel  e del suo alleato francese. Qualcuno giorni fa ha paventato la rinascità del Terzo Reich: non c’è nessun pericolo che accada… è già arrivato il Quarto Reich e oggi come ottanta anni fa noi non siamo suoi alleati, ma le vittime predestinate.   ( massimo scalzo )

Massimo Scalzo

Commenti

  1. direi che hai centrato il problema

  2. direi che hai centrato il problema