L’evoluzione della specie: dalla F430 Scuderia alla F458 Speciale

Immagine

Ferrari 458 Italia Speciale

Il Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, aveva annunciato al Salone dell’Auto di Parigi 2010 che non ci sarebbe mai stata una versione estrema della 458 Italia. Il motivo? Impossibile farla più veloce.

Dichiarazione fatta per depistare i futuri progetti del Cavallino? Sta di fatto che a Maranello qualcuno deve essersi grattato la testa, pensando che quello del Presidente fosse un messaggio in codice per stimolare le menti di un team in continua quiescenza. Una facile profezia.

Se ne sono usciti, infatti, con la F458 Italia Speciale. Una versione potenziata, alleggerita, più aerodinamica e tecnologica della sua progenitrice. La linea disegnata da Pininfarina rimane sostanzialmente invariata, eccezion fatta per alcuni dettagli che vanno ad anticipare i concetti di aerodinamica attiva che ritroveremo nelle future supercar del Cavallino.

Se qualcuno di voi pensava – a giusta ragione – che i 570 cavalli della 458 Italia fossero più che sufficienti per farvi derapare in felicità, ora potrete disporre di ben 605 cavalli con un valore record di ben 135 CV/litro ed uno straordinario rapporto peso/potenza (2,13 kg/CV).

I numeri gentilmente offerti da questo V8 Made in Maranello permettono alla 458 Speciale di fermare il cronometro ad appena 3 secondi per lo scatto da 0-100 e a 9,1 secondi per quello da 0-200 km/h. Tutto ciò grazie al lavoro svolto da un cambio automatico a doppia frizione migliorato e più veloce negli innesti.

Immagine

Questa, ovviamente, era solo la prima parte di buone notizie. Poiché per consentire alla vettura di scaricare al meglio questa nuova iniezione di potenza, la Ferrari 458 Speciale viene equipaggiata con i nuovi pneumatici Michelin Pilot Sport Cup2, sviluppati dal Costruttore francese appositamente per lei ed annovera, fra le chicche tecniche, il nuovo sistema SSC (Side Slip angle Control) di controllo elettronico dell’angolo di assetto: in parole povere trattasi di un dispositivo, “ereditato” dal motorsport, che analizza in tempo reale l’assetto della vettura. Grazie all’azione del differenziale elettronico E-Diff, al controllo di trazione F1-Trac e ad un programma di confronto con dati di riferimento reali, ottimizza l’azione della coppia motrice. Tutte queste diavolerie elettroniche permettono di sfruttare al meglio la massima potenza in qualsiasi condizione di marcia. La 458 Speciale è anche la Ferrari con il miglior tempo di risposta in ordine di marcia (0,060 s) e con l’accelerazione laterale più elevata di sempre (1,33g).

Immagine

Gli interni sono stati semplificati con lo scopo non solo di contenere il peso, ma anche per facilitare l’utilizzo di tutti i comandi nelle situazioni in cui è richiesta la massima concentrazione. La modifica estetica più rilevante riguarda il tunnel centrale nel quale spicca un unico elemento in carbonio.

I prezzi ufficiali, ad oggi, non sono stati ancora comunicati. Ma sarà d’uopo aspettarsi che saranno sopra i 200.000 €uro. Se volevate preparare il blocchetto degli assegni, rimandate i vostri propositi. Magari a Francofortedal 12 al 22 settembre, in occasione del 65° Salone dell’Auto dove verrà presentata ufficialmente quest’auto davvero…Speciale.

ALESSIO IARDONI

ALESSIO IARDONI

About the Author

ALESSIO IARDONI
Alessio, 24 anni, studente universitario e lavoratore, amante della tecnologia, delle auto, dello sport, della vita sociale. Tanti pregi, altrettanti difetti! M'indiletto a scrivere articoli ed il mio sogno nel cassetto è...impegnarmi per realizzarlo!