BELLARIA IGEA MARINA. CONTINUA LA GUERRA DELLE MULTE.

VISTA LA RECENTE SCELTA DELL’AMMINISTRAZIONE DI APPLICARE IL RIGORE.

ciclisti

Allora introduciamo l’argomento dei ciclisti, specialmente quelli con mezzi semi professionali bardati come dei professionisti. Capita tutti i giorni di vedere scene come quella della foto, gruppi di ciclisti che viaggiano sempre affiancati e mai in fila indiana come prevede il codice della strada.

Queste persone non usano mai le piste ciclabili, usano le strade come se fossero di loro proprietà, se gli si dice qualcosa ti mandano a quel paese, sono sempre impegnati in sprint e mini corse tra loro, se ne fregano di tutto e di tutti.

Questi sportivi ( se cosi si possono chiamare ) creano costantemente pericoli sulle strade per se stessi e anche per gli altri. Svoltano all’improvviso senza segnalare, senza rallentare, mettendo spesso in difficolta le vetture. Se poi per caso vengono investiti danno sempre la colpa alle macchine, se non ci sono testimoni a suo favore l’automobilista è sempre colpevole.

Non voglio certo condannare il ciclismo, bellissimo sport e ammirevole, ma i tanti ciclisti che non fanno onore a tale sport. Da notare che certi comportamenti sbagliati ci sono anche tra i ciclisti normali che girano in paese, i quali,oltre alle gia sopracitate infrazioni, in più aggiungono quella di guidare con una mano sola mentre con l’altra stanno al cellulare.

In paese le lamentele su questi comportamenti sono innumerevoli. Allora diciamo che se rigore deve essere, che lo sia anche per i ciclisti, si otterebbe una maggiore sicurezza per loro stessi e per tutti. Il codice della strada prevede sanzioni per certi comportamenti -allora perchè l’amministrazione non cerca di mettere ordine anche in questo?

Da notare che il rigore è causato dal bilancio diventato traballante per via dell’abrogazione dell’IMU, e applicare tale rigore aiuta a risanarlo, anche per via dell’incasso veloce delle multe, dovuta allo sconto del 30% se pagate entro 5 giorni, l’Amministrazione non metterà nuove tasse né le aumenterà, ma di certo ha trovato il modo che a risanare il bilancio siano sempre i cittadini.

Avete mai visto fare una multa alle biciclette? Eppure sono quelle che commettono piu infrazioni di ogni altro mezzo.

Orsù cari amministratori dividiamo il rigore su tutti gli utenti della strada – così il bilancio lo risaniamo tutti.

Giuseppe Bartolucci

Il Direttore Giuseppe Bartolucci