IL LUPO E IL CAIMANO

Di Jons lo scudiero

dudu

Bau! Sono Dudù, l’amico di Silvio. Sono l’unico amico, perché i bipedi implumi che lo circondano non sono amici. Essi sono di volta in volta servitori, schiavi, parassiti, scrocconi, complici, ruffiani, sfruttatori. Solo io posso amarlo per quello che è perché solo io lo posso vedere senza trucco.

C’ero anch’io ieri sera nel bunker, durante la riunione che doveva servire per decidere la strategia politica dopo la condanna definitiva. Ero sotto il tavolo, per controllare che nessuno ci depositasse una borsa con dentro un regalino per il mio amico. Perciò ero in una posizione privilegiata per sentire le parole e annusare gli odori di tutti.

Adesso il Caimano è ferito, è paralizzato, quasi indifeso, ma state attenti, perché ci sono ancora io. Non lasciatevi trarre in inganno dal mio aspetto batuffoloso: ricordatevi sempre che in fondo io sono un lupo!

Il Direttore Giuseppe Bartolucci